martedì 26 febbraio 2019

Insalata di spinaci, avocado con dressing al balsamico e lamponi




Durante il workshop di cucina in occasione di San Valentino, "Scoppiati in cucina",
abbiamo preparato questa buonissima insalata, pochi ingredienti ma ottimi e dai sapori caratterizzanti.
La cremosità e la dolcezza dell’avocado, l’acidità dei lamponi e la freschezza di teneri spinacini.
Il tutto equilibrato dalla nota croccante delle noci pecan.
Ovviamente produci questa insalata in grandi quantità perché ti darà dipendenza, pausa pranzo, cena, aperitivo..insomma.. Let’s salad!


Ingredienti

100g di spinacini
180g di pomodorini
40g di noci del brasile o pecan
1 avocado maturo
1 cucchiaio di capperi sotto sale
70g di lamponi
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
1 cucchiaio di aceto balsamico
1 cucchiaino di succo di limone

sale
pepe

Procedimento

In una ciotola preparare il dressing per l’insalata: schiaccia i lamponi 
con i rebbi di una forchetta riducendoli
in crema, aggiungere poi l’olio, l’aceto balsamico, il succo di limone,
 un pizzico di sale e del pepe nero
macinato al momento. Miscelare fino ad ottenere un condimento liscio e 
omogeneo di un bel colore rosa.
In un’insalatiera metti lo spinacino e i pomodorini tagliati a metà. 
Taglia a metà un’avocado, sbuccialo e
privalo del nocciolo, poi affettalo e aggiungi anche questo. 
Aggiungi anche i capperi che avrai tenuto
almeno mezzora ammollo così da dissalarli. 
Taglia grossolanamente le noci del brasile e aggiungi anche queste. 
Mescola tutto insieme, poi aggiungi il condimento riservandone qualche cucchiaio per servire e
mescola ancora. Servi.





giovedì 7 febbraio 2019

tenerina Superfood alle noci Pecan



Non so se è capitato anche a voi di constatare la pesantezza allucinante di gennaio quest'anno.
Febbraio, al contrario, mi sta sembrando un mese impercettibile.
E' corto, se sei fortunato puoi riscontrare un pò di sole durante la giornata e soprattutto apre le porte ad un mese importante per me. 
Marzo. 
E quest'anno, lo è anche un pò di più, lascio il 2 davanti la mia età e passo ad un 3. 
Sono in una fase di bilancio, di comprensione di ciò che ho fatto soprattutto negli ultimi 5 anni.
 E mi reputo orgogliosa. Molto orgogliosa. 

Anyway.

E' possibile convertire la torta tenerina da versione golosa e non proprio leggera a versione light?
 Aggiustando un po’ la ricetta è stato possibile realizzarla in versione decisamente LEGGERA 
 Sono rimasta soddisfattissima del risultato, la morbidezza rimane e il gusto è ancora più cioccolatoso



INGREDIENTI

200 gr cioccolato extra fondente al 90%
100 gr di zucchero grezzo di canna 
40 gr farina di riso 
100 gr di olio di semi di girasole
5 uova
30 gr cacao amaro 
8 gr di lievito vanigliato per dolci
un pizzico di sale dolce di Cervia

cioccolato fondente al 90% 
noci Pecan Eurocompany

PROCEDIMENTO

Montare bene le uova con lo zucchero ed il pizzico di sale.

Nel frattempo sciogliere a bagnomaria il cioccolato fondente con l'olio.

Una volta fuso, incorporare il cioccolato alle uova dopodichè aggiungete anche la farina di riso, il cacao amaro e il lievito vanigliato in polvere.

Amalgamate bene, trasferite il composto in una teglia rettangolare antiaderente e far cuocere in forno preriscaldato (in modalità statica) per 25/30 minuti a 180 gradi.

Fate freddare e ricoprite con cioccolato sciolto a bagnomaria e noci Pecan.





venerdì 25 gennaio 2019

Workshop pratici di cucina 2019 @Agricola


Me li stavate chiedendo in tanti, ecco qua i nuovi workshop del 2019 presso Agricola!

Speriamo di vederci presto, per passare una mattinata, come sempre, meravigliosa!

sabato 5 gennaio 2019

Workshop Febbraio/Marzo/Aprile 2019



Con il nuovo anno, diamo l'avvio ai nuovissimi workshop presso la scuola di cucina di
Icook (Cesena)!

1. SCOPPIATI IN CUCINA

GIOVEDI' 14 FEBBRAIO
dalle 19:30 alle 22:30
“Si cucina sempre pensando a qualcuno, altrimenti stai solo preparando da mangiare”
Pensa a te stesso! Un corso di cucina dedicato a tutti i single ai fornelli, costantemente alla ricerca dell’ultima scatoletta di tonno in fondo alla dispensa. 
Tante ricette per un pasto di cui essere orgogliosi, che coniugano semplicità e gusto, senza tralasciare la presentazione.

2. COLAZIONE FIT

SABATO 23 MARZO 
dalle 15:00 alle 18:00
Se è vero che il buongiorno si vede dal mattino…inizia la tua giornata con il pieno di vitalità! Tante idee per rendere il pasto più importante della giornata un rituale salutare, nel rispetto della forma fisica e dei tempi stringenti della quotidianità.

3. DETOX PRIMA DELL’ESTATE

SABATO 13 APRILE 
dalle 15:00 alle 18:00
L’estate è la stagione più bella e per coglierne i benefici è buona abitudine purificare il nostro organismo. Impareremo il perché è buona prassi e come depurare, con relative ricette e tempistiche

Per info e prenotazioni vi rimando al sito di Icook:

Vi aspetto come sempre numerosi!!








     















venerdì 4 gennaio 2019

Risotto con crema di broccoli, yogurt, nocciole d'Alba e aglio nero fermentato



Ingredienti per 2 porzioni

170 gr riso carnaroli
250 gr broccoletti puliti
1 scalogno
4 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
500 ml brodo vegetale
sale integrale di Cervia q.b
crema di aglio nero Nero



Preparazione

Pulire i broccoletti lavarli e farli a pezzi ; cuocerli al vapore spolverare del sale.
Quando saranno cotti frullare i broccoletti in modo da ottenere una crema vellutata .
Preparare il brodo vegetale con le verdure (sedano, carota e cipolla).
Mettere nella padella di cottura del risotto l’olio, lo scalogno tagliato fine e fare imbiondire.
Aggiungere il riso lasciarlo tostare per qualche minuto .
Aggiungere la crema di broccoletti ed amalgamare.
Iniziare ad aggiungere lentamente il brodo sempre amalgamando e lentamente aggiungere altri mestoli fino a quando il brodo  sarà assorbito e il riso cotto.
spegnere e lasciare riposare per qualche minuto.
Decorate con cime di broccoli in superficie, qualche goccia di aglio nero fermentato nerofermento
e nocciole d'Alba.
Completare con un filo di olio extra vergine di oliva.

martedì 27 novembre 2018

Vellutata alla carota, zenzero e curcuma: dal workshop di cucina "Orient Express"



Sabato 24/11 abbiamo concluso in bellezza il ciclo di Workshop presso la scuola di cucina di Icook.
Condivido sul blog,
(dopo le numerose richieste fatte tramite Instagram),
la ricetta di una vellutata veramente bella da vedere ed che ti trasporta direttamente in Marocco grazie alla presenza di spezie (che io personalmente A D O R O).

La scienza parla chiaro: curcuma e zenzero infatti, hanno proprietà benefiche e magiche.
Sono medicine naturali, addizionarle al cibo, oltre a rendere la pietanza maggiormente appetitosa,
è un toccasana anche per la nostra salute .
Confesso che ho sempre odiato il colore arancione. 
Alle elementari quando mia madre comprava un capo d’abbigliamento, un quaderno per la scuola, un elastico di quel colore o giallo, le tenevo il broncio per giorni interi. 
Solo recentemente ho rivalutato questo colore che tanto ho odiato in passato.
 Forse questa inversione di gusto, è stata influenzata dopo aver scoperto la curcuma. 
Oggigiorno, il 70% delle vellutate che cucino sono caratterizzate da questo colore caldo.
ed ho nell'armadio almeno 10 capi di questo colore.
I gusti negli anni cambiano.
Per fortuna.

Per informazione personale cito le proprietà in particolare di queste due spezie.

La curcuma ha proprietà:
Antinfiammatorie
Digestive
Cicatrizzanti
Dimagranti
Depurative
Antiossidanti

lo Zenzero è:
Antinfiammatorio naturale
Antinausea
Sostiene il sistema immunitario
amico della digestione
e del colesterolo (aiuta a mantenere il livello del colesterolo "cattivo" LDL, basso
Antiossidante




Ingredienti
(per 4 persone)
1l brodo vegetale
400 gr di carote
200 gr di patate
1 scalogno
Una radice di zenzero fresco
curcuma
olio extra vergine di oliva
sale integrale di Cervia
per guanire:
yogurt greco + feta
coriandolo fresco


Procedimento:
In un tegame a bordi alti fare bollire per circa 15 minuti le patate e le
carote (ancora con la buccia).
Scolatele e pelatele ancora da tiepide.
Nel contenitore alto e stretto del minipimer inserite le patate e le carote, lo
scalogno ed il brodo vegetale (fino a coprire le verdure) quindi frullare il
composto con un frullatore ad immersione, aggiungere lo zenzero fresco
grattugiato dopodichè aggiustare di sale. Aggiungere eventuale altro brodo
per ottenere la consistenza preferita. Servite la vellutata calda con un filo d'olio evo. qualche
foglia di coriandolo fresco e dello yogurt greco e feta sbriciolata per
guarnire. 
                                            



giovedì 18 ottobre 2018

Vegan Healthy Dark chocolate super bites


Vegan Dark chocolate super bites-they’re just as pretty as they are delicious!


Queste delizie si preparano in 10 minuti.


Sciogli a bagnomaria il cioccolato, con un cucchiaio forma sulla carta forno dei dischi sottili, e decora a piacere (io ho scelto mandorle, noci, bacche di goji, mirtilli ed uvetta disidratata). 
Attendi circa 30/40 minuti per far solidificare il cioccolato e sono pronti!

 PS: Per veri amanti del cioccolato fondente e frutta secca! 








martedì 2 ottobre 2018

Plumcake variegato al tè matcha (light)



Ho preparato questo plumcake un pò per caso, ed un pò perchè volevo sfruttare il tè matcha giapponese che mi ha portato la mia collega Paola.
Il risultato è stato veramente soddisfacente, il plumcake è rimasto, nonostante l'assenza di burro, molto morbido e gustoso. 
Sono certa che vi stupirà non solo per il colore insolito ma anche per il profumo intenso e il sapore delicato.
 Inoltre grazie all’elevata concentrazione di antiossidanti e vitamine presente nel tè matcha, questo plumcake sarà perfetto per una colazione energizzante o una merenda nutriente.
L'eleganza dell'effetto variegato e il lieve retrogusto erbaceo, tipico del tè verde, piacerà soprattutto a coloro che possiedono un palato più efficiente e raffinato!




INGREDIENTI 
per uno stampo da plumcake di 25 x 9 cm, alto 7 cm)
3 uova
140 gr. di fruttosio
150 ml di olio di girasole
180 gr. di farina macinata a pietra
1 pizzico di sale
1/2 bustina (7/8 gr.) di baking powder 
2 cucchiaini di tè matcha in polvere

PREPARAZIONE
In una ciotola sbattete i tuorli con il  fruttosio, quindi incorporatevi l'olio la farina, il sale, il lievito ed infine gli albumi precedentemente montati a neve. Dividete l’impasto in due ed unite ad uno dei due, il thè matcha. Versate all'interno dello stampo antiaderente metà impasto bianco, poi quello verde al tè matcha, e nuovamente ricoprite con il bianco. Con una forchetta, fate dei leggeri movimenti dal basso verso l’alto, per creare l’effetto marmorizzato (variegato insomma).
Cuocete nel forno già caldo a 180° C per 45/50 minuti, coprendo la superficie con della carta da forno se il cake dovesse dorarsi troppo; fate la prova stecchino prima di sfornare. Lasciate raffreddare, quindi servite.



martedì 18 settembre 2018

Torta di fine estate ai 10 cereali, prugne e mandorle



La torta alle prugne, semplice come il nome, fa parte della collezione delle ricette veloci e gustose per la colazione o anche per la merenda.

Il nome inglese è plum cake ed è proprio da questa torta che deriva il famoso plumcake al quale vengono eliminate le prugne ma che è di fatto similissimo come procedimento a questa torta

Avevo delle prugne settembrine nel cestino della frutta che non vedevo l’ora di impiegare per un dolce… le adoro ma in una torta sono ancora più buone!

Un dolce così semplice, da credenza, da fare in un tipico pomeriggio di settembre, magari accompagnato da una buona tazza di te o caffè!



Ingredienti 
per uno stampo da 24 cm di diametro

250 g  farina ai 10 cereali Molino Naldoni
3 uova 
100 g di zucchero grezzo di canna
100 ml di latte di mandorla
600 g di prugne (circa 5-6)
80 ml di olio di arachide
scorza grattugiata di un limone non trattato
1 bustina di lievito per dolci

per decorare:
2 cucchiai di zucchero di canna per la superficie
mandorle a lamelle 
avena 

Procedimento
Montate le uova con lo zucchero di canna,  buccia di limone per un paio di minuti, fino ad ottenere un composto spumoso e chiaro.
Aggiungete a filo l'olio, continuando a montare con la planetaria o fruste elettriche.
Incorporate quindi la farina precedentemente setacciata con il lievito:
A parte lavate bene le prugne, tagliatele a fettine sottili.
Versate l'impasto in una teglia apribile antiaderente.
Aggiungete in superficie le prugne a raggiera, appoggiandole solo sulla superficie senza affondarle nell'impasto (scenderanno un po' durante la cottura)
Ultimate con qualche mandorla e fiocchi di avena spari in qua e là!
Per dare l' "effetto crostitina" vi corsigno un paio di cucchiai di zucchero grezzo di canna sulla superficie.
Cuocete la torta in forno statico ben caldo a 180°C per circa 35 - 40 minuti.







venerdì 15 giugno 2018

Ravioli con asparagina selvatica, edamame e fiori eduli




Da sempre e per sempre la domenica è sacra. 
La si potrebbe definire una sorta di rituale conviviale, che unisce ancor di più la famiglia.
A casa mia ci si spartisce i ruoli, c'è chi pensa al dessert, chi agli antipasti e secondi, chi ai contorni, chi si dedica al sugo per la portata principale. 
Ciò che non manca mai, estate o inverno che sia, è il primo piatto.
Quando mi è stato chiesto di pensare ad una ricetta  per #ilpranzodelladomenica, un progetto in collaborazione #ConFini , non potevo non pensare a qualcosa di estremamente naturale e fresco, da degustare tutti insieme sotto il portico di casa, baciati timidamente dal sole.



Ingredienti 
(per 4 persone):
350  gr di ravioli ricotta e ortica Fini
200 gr di asparagina selvatica 
4 cucchiai di olio evo
200 gr di edamame, fagioli di soia 
sale dolce di Cervia qb
pepe nero qb 
fiori eduli per decorare

Mettere a bollire una pentola con dell'acqua.
Al momento dell'ebollizione aggiungere una manciata di sale.

Preparate il condimento per i ravioli mondando le asparagine selvatiche.
Per questa preparazione consiglio di utilizzare  solo la punta, la parte più tenera 
(la parte più coriacea, il gambo, potete riutilizzarlo preparando una vellutata o un brodo vegetale).
Saltare il tutto per 6/7 minuti in una padella con un filo d'olio evo con le edamame.
Salate e pepate a piacere. 

Portate a cottura nell'acqua bollente i ravioli,
quindi condite direttamente nella padella con il condimento.

Decorate il vostro piatto con asparagina selvatica tagliata sottilmente per il lato lungo, un filo di olio a crudo ed erbe aromatiche 
(io ho optato per i miei amatissimi fiori eduli)